Massa Marittima la perla dell'Alta Maremma Toscana Massa Marittima
home forum links contattaci chi siamo statistiche
Articolo   Articolo su il Tirreno

La vita della città viaggia su Internet
Tre giovani creano un sito ricco di notizie e di sorprese: un successo

Renato Vanni, Marco Vannucci e Giulio Parentini creano un sito ricco di informazioni su Massa MarittimaMASSA MARITTIMA. Il mondo del web ha appena battezzato una gustosa new entry maremmana. Nell'arcipelago dei siti Internet che oggi impazzano in rete, infatti, ne è spuntato fuori uno nuovissimo (www.massamarittima.info) che è stracolmo di notizie turistiche e spigolature varie, e soprattutto è cliccato dalla bellezza di settecento navigatori al giorno. Il suo ingrediente? Metti la freschezza di tre ragazzi poco più che ventenni con la non comune passione per il software, e aggiungi un inequivocabile amore per la cittadina in cui abitano, Massa Marittima. Ne è fuoriuscito un esplosivo amalgama, che del luogo propone un ritratto a tutto tondo, comprensivo. non solo delle notizie più "ufficiali" ma anche delle prospettive più divertite e stimolanti. Ricette, paesaggi fotografati dai tre amici per dar libero corso alla fantasia creativa, cartine interattive e modi di dire in vernacolo per non trascurare l'universo digitale. Una sorta di organismo vivente che lancia il suo sguardo enciclopedico su Massa, e che fin dalla home page appare straordinariamente più pulsante di un comune sito di promozione turistica. Non vi è dietro nessun professionista dell'immagine, ma ogni dettaglio scaturisce dal formidabile intuito di un trio creatore composto da Giulio Parentini, Marco Vannucci e Renato Vanni, tre ragazzi di 26, 22e 32 anni alle prese con lavori di tutt'altro tipo (il primo imprenditore del vino, il secondo studente di Economia e rosticciere, il terzo laureato in Economia e impiegato al Consorzio agrario) e la cui ambizione -dopo quella di aver creato il sito- è quella di «farlo diventare il portale di riferimento dell'Alta Maremma toscana, di cui Massa è la capitale».Un amore duplice – quello per la cittadina e l'era digitale - che si rillette direttamente nella smisurata quantità di informazioni a portata di mouse.

La griglia di partenza, in verticale, presenta un primo menù diviso per capitoletti (la città, il turismo, il folkore e altro), ognuno dei quali a sua volta diviso con dovizia scientifica in sottocapitoli. Musei, storia, cultura e arte, gastronomia e vini, meteo, mountain bike, proverbi, modi di dire in massetano. Vi figurano perfino gli orari delle messe. Ma gli esempi più gustosi si annidano forse nelle ricette toscane: antipasti, una trentina di primi a base di carne, altri di pesce, e poi secondi, dolci, posto d'onore all'immancabile acquacotta o agli gnudi di ricotta alle ortiche. Altra storia è il vernacolo massetano, con la sua "salaccata o conto salato, prezzo alto che si è dovuto pagare". E poi il sambastardo, la sbecerata, lo sbiagginare (per non contare le altre lettere dell'alfabeto). «Un lavoro - spiegano i tre ragazzi, che intanto si sono divisi in compiti di redazione testi, programmazione e grafica -che ha bisogno di continui aggiornamenti e che è stato creato senza contributi da Comune o associazioni. Un nostro passatempo per valorizzare il territorio all'esterno ma anche tra i massetani, in forma di marketing territoriale e scambio culturale».
Elisabetta Giorni.

IL TIRRENO Giovedì 4 Marzo 2004 - Cronaca di Grosseto - Massa Marittima-Follonica

 
Massa Marittima
  © MASSAMARITTIMA.INFO 2002-07 home forum links contattaci chi siamo statistiche
Massa Marittima
| CITTÀ | TURISMO | SERVIZI | FOLKLORE | EVENTI | CULTURA | MASSAVIVA | FOTO | NOTE LEGALI |
Massa Marittima
Massa Marittima