MassaMarittima.info il portale dell'Alta Maremma Toscana Massa Marittima
home forum links contattaci chi siamo statistiche
Comune di Monterotondo Marittimo   Comune di Monterotondo Marittimo Speciale Piano Strutturale
E-Mail info@massamarittima.info
DATA 13/01/2004 20:37:38
Titolo Speciale Piano Strutturale
Testo

Il Consiglio Comunale di Monterotondo Marittimo, nella seduta dell’11 dicembre scorso, ha adottato all’unanimità il Piano Strutturale Comunale. Da tale data decadono pertanto le misure di salvaguardia che la Regione Toscana applica ai Comuni che non lo hanno adottato.

Da sottolineare che da tale data decorrono altresì i termini per la libera visione del pubblico (trenta giorni) e la possibilità di presentare osservazioni (sessanta giorni).

Per la redazione del Piano Strutturale il Comune di Monterotondo Marittimo si è affidato a professionisti esterni e al lavoro degli ufficio Urbanistica del Comune diretto dall’Ing. Antonio Guerrini. Hanno fatto parte del gruppo di lavoro il Prof. Arch. Marcello Petrignani, coordinatore del Piano, il consulente tecnico arch. Giampaolo Romagnoli, il dott. Geol. Mauro Rocchi per gli aspetti geologici e il dott. Agr. Luigi Nalesso per gli aspetti agronomici.

“Il Piano Strutturale di Monterotondo Marittimo – sono le parole del Sindaco Avio Bardelloni - è stato concepito intorno ad alcuni principi inderogabili: lo sviluppo industriale, artigianale, agricolo e turistico in armonia con l’ambiente; la tutela dei nuclei abitati di interesse storico e lo sviluppo di un sistema residenziale che non pregiudichi l’equilibrio del nostro paesaggio. Le scelte che abbiamo operato sono in armonia con i principi di sviluppo tracciati da Regione e Provincia e consentono di inserire a pieno titolo Monterotondo nelle linee guida individuate nel Distretto Rurale d’Europa”.

Il parco delle energie rinnovabili
Produzione di energia pulita e rinnovabile e nuove occasioni per industria ed artigianato compatibili con l’ambiente sono queste le linee di indirizzo per il territorio di Monterotondo Marittimo nel settore dello sviluppo produttivo così come previsto dal Piano Strutturale Comunale di recente adottato dal Consiglio Comunale.

“Nascerà nel nostro territorio – è il Sindaco Bardelloni a spiegare - un “Parco delle energie rinnovabili”. Sarà un parco nuovo per concezione. Metterà, insieme infatti, approfondimento scientifico, offerta culturale e produzione”. Molto spazio naturalmente lo avrà la geotermia, fonte energetica rinnovabile che, già oggi, da sola è in grado di coprire interamente il fabbisogno energetico della Provincia di Grosseto. Ma accanto alla geotermia avranno ampio spazio altre fonti rinnovabili. Sorgerà una “Fattoria eolica”, un impianto per la produzione di energia da biomasse, un impianto di minidrico. Verrà attivato anche un impianto fotovoltaico in grado di illuminare lo splendido parco geominerario delle Biancane.

È altresì intenzione dell’Amministrazione incentivare, nelle zone agricole, l’installazione di pannelli solari termici per il riscaldamento di piscine e di piccole serre legate ad agriturismi o ad abitazioni.

L’ENEL, inoltre, sta portando avanti studi che, se daranno esiti positivi, potranno dare il via ad una sperimentazione per la produzione di idrogeno tramite geotermia.

Lo sviluppo produttivo per Monterondo Marittimo
Dove sorgeranno i nuovi insediamenti industriali ed artigianali del Comune di Monterotondo Marittimo? Il Piano Strutturale comunale adottato lo scorso 11 dicembre dal Consiglio Comunale ha indicato le linee di sviluppo per il prossimo futuro. “ La scelta – ha sottolineato il Sindaco Avio Bardelloni - è dare spazio a strutture industriali ed artigianali che abbiano un impatto relativamente modesto sull’ambiente ed il paesaggio. Per la localizzazione delle nuove aree produttive abbiamo preferito optare per l’ampliamento di aree produttive già esistenti non andando a toccare il resto del territorio comunale”. E’ stata localizzata in località Carboli un’area P.I.P. per un totale di nuovi 27.000 metri quadrati. La nuova area PIP andrà ad inserirsi in una zona già interessata da un’attività industriale.

Segue gli stessi principi la scelta di far nascere una zona artigianale in località S.Lucia. Questa nuova zona artigianale, infatti, andrà ad integrare due attività artigianali già presenti in quel luogo.

È previsto pure l’ampliamento dell’attività di serricoltura presso Lago Boracifero con la previsione di 12.000 nuovi metri quadrati.

“Abbiamo – sono ancora le parole del Sindaco – indicato come ci ha chiesto l’Amministrazione Provinciale quattro nuovi siti da adibire a cava. Due di essi sono completamente nuovi. Per altri due invece si tratta di ripristino di cave già esistenti. In particolare il sito che si trova in località S.Ottaviano è di grande interesse per le scelte dell’Amministrazione, in quanto dall’escavazione di questa cava si verrebbe a realizzare un lago artificiale di 140.000 mq di superficie in grado di fornire acqua alle zone limitrofe e soprattutto alla zona di Campetroso, strategica dal punto di vista dello sviluppo turistico comunale”.

Il Piano Strutturale di Monterotondo Marittimo e lo sviluppo turistico ed agricolo Il Piano Strutturale comunale di Monterotondo Marittimo, adottato di recente dal Consiglio Comunale, ha previsto importanti prospettive di sviluppo per il sistema turistico-ricettivo. Sarà possibile far nascere quattro nuove strutture alberghiere in ambito rurale per una volumetria di 5.000 metri cubi ciascuna, realizzabili anche da soggetti diversi dall’imprenditore agricolo.

È prevista la realizzazione di villaggi turistici per un totale di 170 posti letto (17.000 mc). E’ previsto inoltre il recupero di ricettività del complesso “Terme del Bagnolo”, secondo le previsioni attualmente in essere.

Questo sviluppo, ad eccezione delle Terme del Bagnolo, vede interessata in particolare la parte situata più in basso del territorio comunale (Alta Val di Cornia).

Grazie al lavoro preparatorio del Piano è stato possibile per la prima volta censire dal punto di vista agricolo e forestale e mappare dal punto di vista geologico il territorio comunale. “Oggi – ha spiegato il Sindaco – siamo ancora più consapevoli delle nostre risorse, delle potenzialità e delle criticità del nostro territorio. Tutto ciò sarà molto utile per orientare le scelte future del nostro Comune”.

Il Piano Strutturale ha confermato l'importanza nell’economia comunale del settore agricolo. “Abbiamo suddiviso – ha spiegato il Sindaco – il territorio comunale in aree a prevalente e ad esclusiva vocazione agricola. Ciò permetterà, nelle aree ad esclusiva vocazione agricola, agli operatori di potenziare le proprie strutture a servizio dell’agricoltura”.

Lo sviluppo residenziale
Il Piano Strutturale comunale di Monterotondo Marittimo, recentemente adottato, prevede sia per il Capoluogo che per la frazione del Frassine un aumento delle unità abitative al di fuori del nucleo abitato esistente, mentre per la frazione di Lago Boracifero è previsto un eventuale incremento all’interno del nucleo. Le principali previsioni del Piano, che troveranno la loro compiuta attuazione con l’approvazione del Regolamento Urbanistico, sono le seguenti: a Monterotondo Marittimo sono previsti 55 nuovi alloggi in Loc. Griccioni per un totale di volumetria di 27.500 mc. Partendo dallo sviluppo del sistema residenziale, la maggior parte dei nuovi alloggi è localizzata nell’area sovrastante la parte edificata in Loc. Griccioni, ciò in base ad una duplice considerazione: la prima, che tale luogo è contiguo ad un’area urbanizzata, e la seconda è che risulta assente l’impatto paesaggistico delle nuove costruzioni dal panorama che si apre dalla vallata verso Monterotondo Marittimo, mentre così non risulterebbe per altre scelte di localizzazione.

A Frassine è prevista la realizzazione di 16 nuovi alloggi (8.000 mc.). A Lago Boracifero sarà possibile realizzare 10 nuovi alloggi (5.000 mc.).

La tutela della “storicità” dei nuclei abitati di Monterotondo Marittimo e Frassine è attuata mediante norme che tutelino le caratteristiche storico-architettoniche degli edifici. Sono previste altresì azioni tese alla protezione ed al restauro del tessuto urbano dei centri storici. Il Comune è da tempo attivo in questo settore attraverso forme di sostegno del restauro delle facciate del Centro Storico.

Il potenziamento della viabilità
Una delle priorità fissate dal Piano Strutturale di Monterotondo Marittimo, recentemente adottato, interessa il potenziamento della viabilità. L’obiettivo è migliorare l’accessibilità del territorio e diminuire i tempi di percorrenza tra i centri abitati, le strutture turistiche e produttive del territorio comunale e le vie di comunicazione più importanti. La Provincia di Grosseto ha già elaborato un progetto in cui si va ad intervenire sulla S.R.398 tra il bivio per Canneto ed il Frassine, eliminando le tortuosità del tracciato, oltre ad interventi similari previsti sulla S.R.439. Questi interventi puntano alla sistemazione di queste strade così da garantire uno scorrimento più veloce e sicuro grazie ad interventi che garantiscano il minor impatto possibile sul paesaggio. Il Comune è inoltre attento alle necessità di potenziamento delle altre strade che interessano il territorio.


Rispondi a questo messaggio

Torna al FORUM
 
Massa Marittima
  © MASSAMARITTIMA.INFO 2002-07 home forum links contattaci chi siamo statistiche
Massa Marittima
| CITTÀ | TURISMO | SERVIZI | FOLKLORE | EVENTI | CULTURA | MASSAVIVA | FOTO | NOTE LEGALI |
Massa Marittima
Massa Marittima