MassaMarittima.info il portale dell'Alta Maremma Toscana Massa Marittima
home forum links contattaci chi siamo statistiche
Monteregio di Massa Marittima   Massa Marittima
Denominazione di Origine Controllata

DEGUSTANDO IL MONTEREGIO

ANALISI OLFATTIVA

I Terziari
Essi sono gli ultimi a formarsi, dal momento che nascono durante la fase dell’invecchiamento del vino, nella botte o nella barrique, e successivamente nell’ambiente riduttivo della bottiglia.

In questi ambienti riduttivi il vino continua a crescere e a trasformarsi: i tannini si legano agli antociani, legandosi in molecole più stabili. Il legno della botte cede parte dei tannini del legno, che entrano in simbiosi con il vino. Oltre alla nascita di tali profumi, si verifica anche una generale maturazione e stabilizzazione di tutto il complesso odoroso, rendendo il bouquet più armonioso, più legato tra sé.

Parlando un po’ in generale dei profumi, possiamo soffermarci un attimo su alcune grandezze che ci aiutano un po’ a classificarli. Un importante fattore discriminante è costituito dall’età del vino.

Nel corso della sua evoluzione, gli aromi si succedono seguendo un ordine ben preciso: nella sua giovinezza prevalgono aromi di fiori leggeri e freschi, poi sopraggiungono aromi di frutti freschi, per passare a sentori di frutta matura, di confettura, per finire alla frutta secca. Tra gli aromi vegetali, passiamo ai profumi vegetali intensi per finire in un bouquet caratterizzato da profumi speziati, balsamici, di torrefazione, animali, di fiori secchi o di legno.
Altra importante caratteristica, da non generalizzare troppo, è quella legata alla distinzione tra bianchi e rossi.
I vini bianchi di solito richiamiamo per assonanza aromi di fiori ma soprattutto di frutti bianchi, mente per i vini rossi si richiamano fiori (più raramente ed in maniera meno marcata) ma soprattutto frutti rossi.
Un terzo livello di analisi è quello legato agli aromi caratteristici e alla provenienza del vino.
Come già visto, l’erbaceo è tipico del Merlot e del Cabernet, il peperone verde del Cabernet Sauvignon, il pepe del Syrah, il burro fresco dello Chardonnay, il petrolio del Riesling renano, l’animale del Pinot Nero, la pipì di gatto del Sauvignon, il foxy dello Zinfaldel californiano.

Invece la pietra focaia richiama delle uve provenienti da terreni decisamente silicei, mentre le erbe odorose come l’alloro, il timo o il basilico, richiamerebbero le erbe spontanee che nascono in Liguria, o in alcune zone della Provenza.

Altri ancora ritornano sulla questione dell’età: la caramella inglese, o bonbon (che ricorda la banana matura o anche lo smalto per le unghie) sarebbe indice di vini novelli, ma anche dei vini giovani; con il tempo tale aroma è destinato ad evolvere naturalmente, stabilizzandosi ed acquistando sfumature più eleganti e fruttate.
I lieviti ricordano la crosta del pane appena sfornato e la farina: è tipico dei vini spumantizzati, ma anche dei bianchi ancora giovani, da poco usciti dalle fermentazioni.

La prugna secca è un sentore che hanno i vini rossi destinati all’invecchiamento, appena messi in bottiglia, i quali devono ancora recuperare e sviluppare quell’equilibrio aromatico che sopraggiungerà dopo il periodo ulteriore in bottiglia; del resto potrebbe essere anche un indizio su un difetto nella conservazione del vino.
Lo zibetto è tipico dei vini che hanno osservato una lunga conservazione in bottiglia. Per sua natura, essendo un tipico e deciso sentore animale, è un difetto, ma se fuso ed armonizzato nel bouquet con altri profumi terziari, può contribuire al carattere e all’eleganza del vino.

I difetti negli odori

Introduzione

precedente

Inizio pagina

 

Argomenti correlati:
... Introduzione
... Esame Visivo
... Analisi Olfattivo
... Il Gusto
... Storia del Castello di Monteregio
... Maggiori informazioni riguardo il disciplinare del Monteregio di Massa Marittima

 
Massa Marittima
  © MASSAMARITTIMA.INFO 2002-05 home forum links contattaci chi siamo statistiche
Massa Marittima
| CITTÀ | TURISMO | SERVIZI | FOLKLORE | EVENTI | CULTURA | MASSAVIVA | FOTO | NOTE LEGALI |
Massa Marittima
Massa Marittima